La Camera ha approvato in via definitiva, il Testo Unico della Vite e del Vino

La Camera dei deputati ha approvato, questa mattina, in via definitiva, il Testo Unico della Vite e del Vino. Un provvedimento figlio anche delle nostre colline: ringrazio chi mi ha aiutato a capire le esigenze del comparto.

La legge raccoglie in un solo documento – e in alcuni casi modifica – le numerose norme riguardanti la coltivazione della vite e la produzione, l’imbottigliamento e la commercializzazione dei vini, diminuendo la burocrazia e semplificando notevolmente l’attività degli operatori. Il Testo Unico può dare ulteriore slancio a un comparto che, con i suoi numeri consistenti, già traina il Made in Italy agroalimentare. Oggi non si vende un vino, ma l’emozione di un prodotto legato a ciò che evoca: quindi, la grandezza di un territorio”.


Presenterò il Testo Unico agli imprenditori della “Granda”, giovedì 1º dicembre, dalle 16, a Castagnito, il convegno “La vitivinicoltura del futuro”. Un confronto, moderato dal giornalista Maurizio Gily, cui parteciperanno Giulio Porzio, presidente della Vignaioli, Felice Isnardi, sindaco di Castagnito, Gianluigi Biestro, componente del Comitato Vitivinicolo Nazionale, Oreste Gerini, direttore generale dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari. Le conclusioni saranno mie. Ma voglio fin d’ora ringraziare i tanti imprenditori della Granda, che mi hanno aiutato a capire le esigenze e le opportunità concrete per rispondere alle esigenze loro e di tutto il settore.



Ritorna in cima alla pagina